IronLev, la rivoluzione dei trasporti su rotaia è Made in Italy

Presentato il primo prototipo di IronLev, nuova tecnologia di levitazione magnetica che si adatta ai vecchi binari e solleva i vagoni senza energia elettrica

Ironlev

E’ stato presentato a Spresiano (TV) mercoledì 7 febbraio il primo prototipo in scala reale di IronLev, tecnologia rivoluzionaria che consente ai vagoni ferroviari di galleggiare e scorrere sulle rotaie senza toccarle. E senza utilizzo di energia elettrica. Un sistema in grado di abbattere costi di esercizio e manutenzione e democratizzare la levitazione magnetica rendendola accessibile per i trasporti pubblici.

IronLev porta con sé tutti i benefici della levitazione magnetica (abbattimento degli attriti, basso rumore, altissima velocità) senza scendere ad alcun compromesso infrastrutturale, energetico o di sicurezza. IronLev rende infatti possibile per la prima volta l’applicazione della levitazione magnetica in contesti già esistenti, in questo caso il trasporto su rotaia.

A differenza dei sistemi montati tradizionalmente, IronLev non richiede alcuna alimentazione elettrica per consentire il galleggiamento dei vagoni: un notevole vantaggio dal punto di vista dei costi energetici, sia rispetto a un sistema ferroviario tradizionale che rispetto ai sistemi maglev esistenti.

Pensato per rivoluzionare l’industria ferroviaria, IronLev può essere applicato in diversi contesti che vanno ben oltre il mondo dei trasporti tradizionali. Tra le possibili applicazioni ci sono il mondo dell’intrattenimento (monorotaie, montagne russe, impianti di risalita), quello dell’automazione industriale, fino ad arrivare a parcheggi automatici, ascensori e nuovi mezzi di trasporto che raggiungono gli oltre 1000 km/h, come Hyperloop.

IronLev è una tecnologia di IronBox srl, joint venture tra due aziende Italiane: Girotto Brevetti, azienda di R&D in ambito meccatronico di Treviso con oltre 10 anni di esperienza nel settore industriale e Ales Tech, start-up pisana già attivissima nell’ecosistema Hyperloop.

 

 

Trefoloni e Associati

 

FacebookTwitterGoogle+LinkedIn