bi-rex

L’inaugurazione non è stata rinviata per la nuova ondata Covid-19 per dimostrare che non si può e non ci si deve fermare

bi-rex

«Abbiamo voluto inaugurare la linea pilota 4.0 nella data programmata, nonostante la nuova emergenza Covid-19, per dimostrare che non ci si può e non ci si deve fermare perché non significa mettere a rischio la salute delle persone ma salvare le nostre filiere produttive e la nostra comunità». Con queste parole Domenico Bambi, presidente di Bi-Rex, ha tagliato il nastro a Bologna del primo degli otto Competence center italiani funzionante e operativo con propri impianti 4.0, primo esempio di fabbrica digitale del futuro, accessibile a Pmi, grandi aziende, ricercatori, con quattro aree dedicate a Big Data, Additive Manufacturing, Robotica, Finitura e metrologia.

Un condensato di tecnologie. La fabbrica 4.0 si trova nello stesso edificio, all’interno dell’Opificio Golinelli, che ospita anche gli uffici e le aule per la formazione e il co-working di Bi-Rex (Big Data Innovation & Research Excellence), è dotata di connettività 5G che permetterà alle aziende di lavorare con big data su datacenter locale e cloud remoto, sviluppare piattaforme IoT, eseguire sistemi di machine learning, Intelligenza artificiale, realtà virtuale e digital twin.

Fonte: il Sole 24