british-museum-anfora-b64

 Gli etruschi erano un popolo che amava lo sport (anche se preferivano vederlo piuttosto che praticarlo): ecco quali erano i loro sport preferiti e dove li troviamo raffigurati

di Finestre sull’Arte, scritto il 12/04/2018, 15:04:30
Categorie: Divulgazione / Parole chiave: Arte etrusca

Pugilato, corsa, salto in lungo, lotta, lancio del disco, lancio del giavellotto, ippica: sono solo alcuni degli sport che pratichiamo oggigiorno, ma che venivano già praticati dagli etruschi più di duemila e cinquecento anni fa. Sappiamo che presso la civiltà etrusca l’uso di fare sport era già diffuso, ma occorre anche sottolineare come le nostre conoscenze sugli sport etruschi siano molto più limitate a quelle che abbiamo sulla civiltà greca o su quella romana, soprattutto per una ragione: le testimonianze scritte degli etruschi sono pochissime, e per quanto riguarda le opere d’arte, il quadro è sicuramente frammentario dal momento che, sulla base di ciò che ci è arrivato, è possibile asserire che gli etruschi accordassero una maggior predilezione al momento della gara che a quello dell’allenamento. Le produzioni artistiche etrusche (soprattutto ceramiche e affreschi) abbondano di scene di pugilato (che possiamo immaginare, utilizzando una locuzione moderna, come lo “sport nazionale etrusco”, dato l’alto numero di raffigurazioni di pugili che ci sono pervenute), di corse di carri, d’incontri di lotta. E le raffigurazioni sono così precise che gli studiosi (su tutti Jean-Paul Thuillier, indiscussa autorità nel settore dello sport etrusco) sono arrivati anche a delineare molti degli aspetti tecnici della pratica sportiva in Etruria.

Continua a leggere (https://www.finestresullarte.info/856n_gli-etruschi-e-lo-sport.php)