Lubec

La rigenerazione culturale come motore del rilancio del Paese Sfide, strumenti e opportunità il 7-8 ottobre al Real Collegio di Lucca

Lubec

Cultura 2026 Competitività, digitalizzazione, innovazione”: con questo titolo si terrà nel 2021 LuBeC, Lucca Beni Culturali, l’incontro internazionale dedicato allo sviluppo e alla conoscenza della filiera beni culturali – tecnologie – turismo, il 7 e 8 ottobre a Lucca. La XVII edizione della rassegna prevede un programma di sessioni plenarie, dibattiti e appuntamenti dedicati a un pubblico qualificato, nelle sale del Real Collegio. A supporto, un palinsesto online amplierà le occasioni di approfondimento a un pubblico allargato, con il permanere della contingenza emergenziale.

LuBeC 2021 intende cogliere lo sforzo programmatico del PNRR, facendosi interprete per l’ambito culturale e puntando sui temi della progettazione e sullo studio delle azioni pilota, che verranno attuate integrando Pnrr e misure nazionali, per un impiego di 5,7 miliardi di euro. Amministratori, dirigenti, funzionari ed operatori del settore, contribuiranno a individuare le sfide, le opportunità e buone pratiche, offrendo un orientamento per la fase di rilancio aperta dal Recovery fund europeo, che guarda al 2026.

Il convegno di apertura “Cultura driver del cambiamento: sfide, opportunità e attori”, sarà introdotto e moderato da Gaetano Scognamiglio, presidente di Promo PA, la Fondazione che promuove e organizza LuBeC.

“Competitività, innovazione e digitalizzazione sono concetti cardine della Missione 1 del Pnrr, che considera la valorizzazione dell’asset cultura tra i fattori di prima linea per il rilancio del Paese – osserva Scognamiglio – In questa prospettiva si colloca l’edizione di Lubec 2021 che ospiterà i protagonisti del grande processo di innovazione collegato al PNRR, per fornire gli strumenti ai soggetti pubblici e privati per accedere ai progetti del settore culturale e facilitarne la gestione”.

Le sfide individuate dall’edizione 21 sono la digitalizzazione e la sostenibilità; la formazione e la competitività; il welfare culturale e l’internazionalizzazione; l’inclusione e le nuove dimensioni di residenzialità. Diretta da Francesca Velani, la rassegna prevede un programma di laboratori, workshop, incontri B2B, interviste e convegni per la formazione e l’aggiornamento degli operatori culturali.

Lubec

LuBeC ospiterà IMMERSIVA, il primo summit internazionale sull’immersività, un inedito percorso formativo ed esperienziale in tre appuntamenti per conoscere uno strumento ed espressione artistica tipica nell’era della transizione culturale digitale. Istruzioni per l’uso, casi di successo e possibili alleanze fra tecnologia e creatività, saranno al centro del dibattito tra istituzioni, artisti, artigiani, tecnici e operatori turistico-culturali. Una “mostra delle mostre” permetterà di vivere un’esperienza diretta delle applicazioni, dal videomapping alle installazioni multischermo, fino ai visori per la realtà aumentata e virtuale, indossabili e proiezioni 3D.

“un tema importante sotteso a tutte le sfide è quello delle competenze, necessarie a ogni livello – osserva Velani -. IMMERSIVA illustra lo stato dell’arte di una tecnologia emergente e fornisce una possibile chiave per generare innovazione nella cultura: sono però necessarie figure professionali in grado di progettare e altre in grado di realizzare contenuti. LuBeC intende stimolare una visione proiettata ai prossimi dieci anni, capace di creare lavoro per i giovani e competitività nel sistema italiano: saper agganciare questo tipo di opportunità è fondamentale per raggiungere pubblici sempre più ampi, costruire comunità più coese e gettare fondamenta solide per il futuro”.

A LuBeC 2021 poi ancora il tema dedicato ai borghi. Giovedì 7 un incontro sulla “Rigenerazione a base culturale” presenterà le iniziative di valorizzazione del patrimonio messe in campo sui territori, dalla Garfagnana alla città di Trani, passando per i comuni colpiti dal sisma in Centro Italia nel 2016. Venerdì 8, OREP – Osservatorio del Recovery Plan Università Tor Vergata e Promo PA Fondazione terranno un focus su “Il PNRR per le città e i borghi”, discutendo modelli di monitoraggio, valutazione, progettazione culturale e finanziaria degli interventi. Altri focus saranno dedicati alle imprese creative, alla digitalizzazione del patrimonio e della memoria, alle sfide dei nuovi turismi e itinerari.

In apertura, è prevista la consegna del riconoscimento LuBeC 2021, che verrà conferito a una personalità che si sia distinta nel settore dei Beni Culturali. Si terrà poi la premiazione del concorso Art bonus 2020, in collaborazione con Ales – Arte servizi e lavoro spa, per i progetti finalisti più votati.

Partner stabili di LuBeC sono il MiC – Ministero della Cultura, la Regione Toscana e gli enti del territorio, oltre imprese e istituzioni. BARCO, leader mondiale nelle tecnologie di visualizzazione, sarà il partner tecnologico di IMMERSIVA, realizzata in collaborazione con Bright Festival ed Immersiva Livorno. I risultati che ogni anno emergono da LuBeC vengono tradotti in proposte, affinché possano essere recepiti nei programmi di sviluppo del Ministero.

Info e registrazioni: www.lubec.it

Lubec

Lubec

Lubec

Lubec

Lubec

Lubec

Lubec

 

Lubec

 

Vai a tutte le news

Fonte: La nazione